La lotteria nazionale degli scontrini è il nuovo concorso a premi gratuito, collegato agli acquisti effettuati con modalità “cashless” (tramite carte di credito – non in contanti)

I tuoi acquisti cashless produrranno “biglietti virtuali”: un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro. Alle estrazioni della lotteria cashless partecipano non soltanto i consumatori ma anche gli esercenti, cioè i venditori che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Il biglietto vincente per il consumatore determina automaticamente anche la vincita per l’esercente.

Possono partecipare tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia che acquistano beni e servizi esclusivamente con strumenti di pagamento elettronici (bancomat, carta di credito, carta di debito, carte prepagate, carte e app connesse a circuiti di pagamento privati e a spendibilità limitata) per i quali è rilasciato un documento commerciale (il vecchio “scontrino”) mediante un registratore telematico o la procedura web messa a disposizione dall’Agenzia delle entrate.

Non consentono di partecipare alla lotteria gli acquisti:

  • gli acquisti effettuati in contanti;
  • gli acquisti di importo inferiore a un euro;
  • gli acquisti effettuati online;
  • gli acquisti destinati all’esercizio di attività di impresa, arte o professione;
  • nella fase di avvio della lotteria, gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche;
  • sempre nella fase di avvio della lotteria, gli acquisti per i quali l’acquirente richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.
  • Non possono partecipare alla lotteria degli scontrini gli acquisti per i quali il consumatore richiede all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale al fine di usufruire di detrazioni o deduzioni fiscali (per esempio, gli acquisti di prodotti sanitari in farmacie, gli acquisti in parafarmacie, ottici, eccetera).
  • Il pagamento del corrispettivo mediante ticket restaurant, carte regalo e in generale buoni corrispettivo monouso e multiuso, non costituisce pagamento con modalità elettronica.

L’esercente, nel momento in cui incassa il corrispettivo e rilascia lo scontrino (documento commerciale, non fiscale), ha l’obbligo di trasmettere i relativi dati (a fini fiscali) all’Agenzia delle entrate; gli stessi dati, se abbinati al codice lotteria dell’acquirente, vengono inoltrati al nuovo sistema lotteria e consentono automaticamente la partecipazione alla lotteria.

Non occorre conservare gli scontrini sia per partecipare alla lotteria sia per riscuotere i premi. È possibile controllare i propri scontrini, trasmessi all’Ade, e i biglietti ad essi associati registrandosi all’area riservata del Portale Lotteria.

Date le difficoltà causate dall’emergenza epidemiologica Covid-19, l’avvio della lotteria, originariamente previsto per il 01/02/2021, risulta prorogato per consentire agli esercenti, che ancora non abbiano provveduto, ad eseguire gli interventi di adeguamento tecnico dei registratori telematici istallati, necessari ai fini della lotteria.

 

GUIDA ESERCENTE:

L’esercente deve verificare la configurazione del proprio registratore telematico alla versione 7.0 delle specifiche tecniche del file dei dati da inviare all’Agenzia delle Entrate.

Prima di emettere lo scontrino, l’esercente – al momento della registrazione dell’operazione- deve memorizzare anche il codice lotteria che il cliente mostra al momento dell’acquisto cashless di importo pari o superiore a 1 euro.

Per farlo bisogna scansionare il codice lotteria con un lettore ottico collegato al registratore telematico (o digitarlo sul tastierino del registratore stesso), memorizzare i dati dell’operazione, accettare il pagamento con carta, bancomat o altro strumento elettronico di pagamento ed emettere il documento commerciale.

Sullo scontrino dovrà essere riportato sia il codice lotteria del cliente sia l’evidenza dell’importo pagato in elettronico. Sarà poi il registratore di cassa, in automatico, a trasmettere i dati al sistema della lotteria, gestito dall’Agenzia delle entrate e dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

L’esercente può applicare un apposito avviso alla clientela in un luogo ben visibile (per esempio, sulla vetrina e/o vicino al punto cassa), con l’informazione che presso il punto vendita è possibile partecipare alla lotteria degli scontrini.

Se si utilizza la procedura “documento commerciale online” Gli operatori che per la trasmissione dei corrispettivi utilizzano, invece che il registratore telematico, la procedura web “documento commerciale online”, presente nel portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle entrate, per consentire agli acquirenti di partecipare alla lotteria degli scontrini devono inserire manualmente, nel momento in cui predispongono il documento commerciale, il codice lotteria mostrato dal cliente.

SANZIONI

Per i commercianti non c’è l’obbligo di aderire alla lotteria degli scontrini, né il rischio di sanzioni: ma possono essere segnalati all’Agenzia delle Entrate in caso di mancata adesione.

A decorrere dal 01/03/2021 c’è la possibilità per il cliente di segnalare all’Agenzia delle Entrate, tramite l’apposito portale “LOTTERIA”, il rifiuto dell’esercente all’acquisizione del codice lotteria al fine di poter partecipare all’estrazione dei premi. Tali segnalazioni sono utilizzate dall’ Agenzia delle entrate e dalla Guardia di Finanza nell’ambito delle attività di analisi del rischio di evasione.

PREMI

Gli acquirenti e gli esercenti partecipano, con uno stesso scontrino, a una estrazione settimanale, a una mensile e a una annuale. Il biglietto vincente per il consumatore determina automaticamente anche la vincita per l’esercente. Nel caso dell’esercente, i premi sono:

  • per le estrazioni settimanali, 15 premi da 5.000 euro ciascuno;
  • per le estrazioni mensili, 10 premi da 20.000 euro ciascuno;
  • per l’estrazione annuale, un premio da 1.000.000 di euro.

Come riporta il sito dell’Agenzia delle Entrate, i premi non concorrono a formare il reddito del vincitore per l’intero ammontare corrisposto nel periodo d’imposta e non sono assoggettati a tassazione.

Per una maggiore informazione è possibile consultare le FAQ

https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/faq-la-lotteria

e la Guida messa a disposizione dal Agenzia delle Entrate

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Lotteria_Scontrini_per_Esercenti_01022021.pdf/14d3ac05-e426-9d00-09d9-377369e7cb6f