Dal 9 giugno con il D.L. n. 79/ 2021 è stata introdotta una misura temporanea e parziale in attesa dell’entrata a regime dal 2022 dell’Assegno universale unico per ogni figlio.

La novità prevista dal 01/07/2021 al 31/12/2021 riguarda i soggetti che con la precedente normativa non avevano diritto all’assegno per il nucleo familiare (disoccupati, incapienti o lavoratori autonomi). Tali soggetti potranno beneficiare dell’erogazione di un assegno temporaneo al nucleo familiare.

 Per coloro che già beneficiavano dell’assegno per il nucleo familiare (lav. Dipendenti ed assimilati) è prevista una maggiorazione temporanea di tale erogazione.

L’erogazione avverrà con cadenza mensile in presenza dei requisiti per tutta la durata del beneficio.

Gli assegni non sono imponibili ai fini dell’IRPEF.

 

NUOVO ASSEGNO TEMPORANEO PER FIGLI MINORI

L’assegno è determinato in base a diverse soglie ISEE esposte nella tabella in allegato al DL79/2021 che individua il corrispondente importo mensile dell’assegno temporaneo per ciascun figlio minore in ragione del numero dei figli minori di ogni nucleo.

Chi richiede l’assegno deve:

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Nel caso di cittadino extracomunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno UE;
  • pagare l’Irpef;
  • essere residente e domiciliato con i figli a carico in Italia con età non superiore a 18 anni
  • essere residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, oppure aver un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno biennale;
  • appartenere ad un nucleo familiare con Isee non superiore a 50 mila euro.

Se nel nucleo sono presenti più di due figli, l’importo unitario per ciascun figlio minore viene maggiorato del 30% e gli importi sono maggiorati di 50 euro per ciascun minore con disabilità.

L’assegno sarà erogato dal mese dalla presentazione della domanda. Per le domande entro il 30/09/2021, sono corrisposte le mensilità arretrate fin da luglio 2021.

La domanda può essere presentata in modalità telematica all’INPS o presso il patronato, secondo le modalità che verranno rese note dall’INPS entro il 30 giugno 2021.

L’assegno temporaneo è compatibile con altre misure di sostegno al reddito:

  • REDDITO DI CITTADINANZA
  • Con fruizione di eventuali altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate da Regioni, prov. autonome Trento e Bolzano o da enti locali
  • Con le misure indicate da L. n. 46/2021 (assegni ai nuclei familiari con almeno tre figli minori/assegno di natalità/ premio alla nascita/ fondo di sostegno alla natalità/ detrazioni fiscali)

MAGGIORAZIONE DEGLI IMPORTI DEGLI ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE

Per coloro che già ricevono l’ANF non è dovuta alcuna istanza all’INPS, infatti sarà il datore di lavoro che eroga l’ANF ordinario ad incrementare la misura per i mesi da luglio a dicembre 2021.

La maggiorazione prevista è pari a:

  • 37,5 euro per ciascun figlio in favore dei nuclei familiari fino a due figli
  • 55 euro per ciascun figlio in favore dei nuclei familiari di almeno tre figli